Matrimonio low cost? Si può fare! – part 1

IMG_9986
Standard

Sposarsi costa davvero così tanto? E’ necessario fare un royal wedding anche se il conto in banca non è proprio reale? Si può organizzare un bel matrimonio anche spendendo il giusto. Basta un po’ di originalità, creatività e impegno.

Ci siamo decisi a fare il grande passo a dicembre 2014 ma fino a febbraio non avevamo in mente né la data né il luogo di ricevimento. Unica cosa certa, il rito civile. Abbiamo scelto il 20 giugno, perché è un giorno speciale, l’equinozio d’estate, il passaggio dall’inverno all’estate. Una notte magica. Ecco che, in pochi mesi, abbiamo organizzato tutto da soli, dalle bomboniere agli inviti. Ognuno celebra l’amore come vuole. Per noi è l’essenza che conta, l’unione più dell’apparenza. Siamo persone semplici ma originali, ci piacciono le cose genuine e la nostra terra, la Toscana.

Quindi, se non avete problemi di budget e sognate il matrimonio da principessa non leggete questo post.

  1. La cerimonia

    (Premessa – Tante, troppo coppie decidono di sposarsi in chiesa non perché siano cristiani praticanti ma perché è scenografico. Mettetevi una mano sul cuore e riflettete: sono davvero sicuro di celebrare un rito religioso dal forte significato spirituale, unirmi con il mio/la mia compagnia in nome di Dio? Se la risposta è sì, bene siete credenti. Se non siete convinti rispettate la religione altrui e scegliete il rito civile.)
    Molti dicono che la cerimonia civile è fredda, troppo sbrigativa e poco emozionante. Niente di più sbagliato: sta a voi, insieme al celebrante, renderla speciale. Il Sindaco, che ha celebrato il matrimonio, ci ha dedicato una poesia, i genitori, i testimoni, i parenti hanno preso la parola per condiviso i loro pensieri sulla nostra unione. Molte amministrazioni mettono a disposizione, oltre alla sala del Municipio, altri luoghi come musei e ville sicuramente più suggestive e accoglienti. Noi, cittadini di Montelupo Fiorentino, abbiamo scelto il Museo Archeologico di Montelupo: un ex-convento immerso tra gli ulivi, a due passi dalla villa medicea. Abbiamo scelto la disposizione delle poltrone, delle sedie degli invitati, dei fiori, abbiamo scelto la musica in sottofondo, ma era possibile anche invitare una cantante o musica dal vivo.

  2. Inviti fatti a mano

    Avendo in mente un tema hipster-tuscan-country non avrei mai trovato una tipografia che potesse soddisfare i miei desideri. Così, armata di Illustrator e disegni vettoriali gratuiti (li trovate a bizzeffe su freepik.com), ho creato da sola gli inviti in stile cartolina postale (da personalizzare a mano nel campo del mittente) e li ho mandati in stampa qui su pixartprinting. Spesa totale per 100 inviti? 20 €.fronte_invito_matrimonioretro_invito_matrimonio

  3. Bomboniere fai da te

    Anche le bomboniere sono state totalmente fatte a mano. Non volendo spendere soldi in inutili suppellettili, ho pensato che uno dei miei nuovi hobby (il giardinaggio) potesse essere una buona soluzione. Cosa ha fatto? Ho confezionato delle bustine di carta da pacchi con una tecnica di origami e ci ho messo dentro dei semi (verbena, bocca di leone, astro, calendula, menta ecc). Poi con la stessa grafica degli inviti ho creato delle etichette. Questo il risultato delle mie bomboniere fai da te con semi. Tulle comprato online, su ebay, nastrino in negozio di bomboniere, confetti online (qui ci sono delle buone offerte http://www.dekor-store.com/store/).

bomboniere_faidate_semi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...